Fondi per settore Turismo e Commercio

Il  Servizio Competitività e Attrazione degli Investimenti della Regione Abruzzo, con determinazione n. DPG015/301 del 16.07.2020, ha approvato l’avviso pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto a favore dei settori turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da COVID-19” – in attuazione dell’art. 2 della Legge Regionale n. 10 del 3 giugno 2020.  

Possono richiedere i contributi imprese localizzate nella Regione Abruzzo di tutti i settori economici ammessi dalla normativa europea, i soggetti esercenti attività di lavoro autonomo, titolari di partita IVA, nonché le agenzie di viaggio, contrassegnate dal Codice Ateco 79.1 ed operanti sul territorio regionale.

 Il contributo a fondo perduto spetta alle imprese che abbiano conseguito ricavi non superiori a 1 milione di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso, o ai soggetti esercenti attività di lavoro autonomo con compensi non superiori a 120.000,00 euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso. Il contributo a fondo perduto spetta a condizione che l’ammontare dei ricavi o dei compensi relativi al mese di aprile 2020 sia diminuito di almeno un terzo rispetto a quello del mese di aprile 2019. (art. 5 del bando).

 Il contributo è determinato applicando sull’ammontare dei ricavi o dei compensi di aprile 2019, o sull’ammontare medio mensile dei ricavi o dei compensi individuati ai sensi del comma 3 dell’Articolo 5 dell’avviso, le seguenti percentuali:

L’ammontare del contributo a fondo perduto è riconosciuto per un importo comunque non inferiore a:

Per le agenzie di viaggio contrassegnate dal Codice Ateco 79.1 e operanti sul territorio regionale, il contributo spetta nella misura fissa di euro 3.000,00, sempre a condizione che il volume d’affari relativo al mese di aprile 2020 sia inferiore di almeno il 33% rispetto a un dodicesimo del volume di affari dell’anno precedente.

Per la concessione del contributo a fondo perduto i soggetti interessati dovranno presentare un’istanza alla Regione esclusivamente per via telematica, accedendo a questo indirizzo  http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/ 
Altre modalità di invio comportano l’esclusione della candidatura.

La piattaforma di caricamento dei documenti è resa disponibile a partire dalle ore 0:00 del 22 luglio 2020 e fino alle ore 24:00 del 30 luglio 2020

Richieste sulla presente procedura potranno essere rivolte al Responsabile dell’Ufficio Attrazione di Nuovi Insediamenti Industriali, Contrasto alla Delocalizzazione, Adriano Marzola, al seguente numero di telefono 085  76 72 307 o all’indirizzo mail dpg015@pec.regione.abruzzo.it

Documentazione

Determina n. DPG015/301 del 15.07.2020

Avviso Pubblico

Allegato A – Domanda di Ammissione al finanziamento

Allegato B – Attestazione dei requisiti di ammissibilità

Il Ministero dello Sviluppo Economico – con nota del 20 gennaio scorso- ha ribadito che, a norma dell’art. 1 della legge n. 1 del 1990 l’estetista, in possesso della prevista qualificazione professionale, può fare legittimamente uso nello svolgimento della propria attività in via esclusiva degli apparecchi elettromeccanici per uso estetico ricompresi nell’elenco delle apparecchiature elettromeccaniche ad uso estetico, di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro della salute, 15 ottobre 2015, n. 206, che ha modificato il precedente decreto interministeriale 12 maggio 2011, n. 110.

Il MISE ha ricordato infatti che tale Decreto ha previsto l’inserimento tra le apparecchiature consentite all’estetista del dermografo per micropigmentazione, cui è dedicata la scheda tecnico-informativa n. 23, nella quale viene espressamente disposto che «il trattamento deve essere effettuato da operatori estetici che abbiano ricevuto dal fabbricante o dal suo mandatario o da altro ente competente adeguata formazione, sia per gli aspetti di sicurezza (come richiamati dal manuale d’uso) sia per gli aspetti tecnici, igienici ed estetici dei trattamenti stessi. La formazione è certificata dal soggetto formatore per me zzo di una dichiarazione contenente le proprie generalità, le generalità di chi ha fruito della formazione, la durata in ore, l’argomento e le generalità dei docenti dei moduli formativi».

IL PARERE PROT. 18706 DEL 20 GENNAIO 2017

odontotecnici“La legge che disciplina l’attività di odontotecnico risale al 1928È proprio tempo di aggiornarla e di istituire la figura professionale sanitaria di odontotecnico con il percorso formativo della laurea triennale quale unico requisito di accesso e con la definizione di precisi compiti nel rapporto di collaborazione con il medico odontoiatra”.
È’ quanto sollecitato da Gennaro Mordenti, Presidente di Confartigianato Odontotecnici, intervenuto oggi all’Audizione della Commissione Affari sociali della Camera sul Disegno di legge Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali, disposizioni per l’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute.
Il Presidente Mordenti ha sottolineato che il provvedimento rappresenta lo strumento normativo opportuno per dare risposte agli odontotecnici italiani, 23.000 addetti operanti in 13.000 laboratori, che da tempo chiedono di ricondurre l’attività nell’ambito delle professioni sanitarie.
“Abbiamo bisogno – ha detto Mordenti – di una legge che stabilisca e riconosca il nostro ruolo, le nostre nuove competenze e le nostre responsabilità e che contribuisca a combattere il fenomeno dell’abusivismo definendo con chiarezza l’ambito di attività dell’odontotecnico rispetto al ruolo svolto dall’odontoiatra, in un’ottica di trasparenza nei confronti del cittadino/paziente“.
“La nostra proposta – sostiene il Presidente Mordenti – risolve le criticità che bloccano l’iter normativo per il riconoscimento della professione sanitaria di odontotecnico. Finalmente, cosi’, potremo allinearci a quanto già avviene in numerosi Paesi europei e gli odontotecnici italiani potranno richiedere la tessera professionale europea che consente di svolgere liberamente l’attività nell’Ue”.

Gli odontotecnici non rientrano tra le strutture sanitarie autorizzate e non accreditate, obbligate alla richiesta delle credenziali di accesso al sistema TS entro il 30 settembre

Ai sensi del decreto del Ministero economia e finanze 2 agosto 2016, tra i soggetti individuati all’invio dei dati al sistema TS rientrano quelli in possesso dell’autorizzazione rilasciata dagli enti preposti ai sensi degli articoli 8-ter del D.Lgs. n. 502/1992 e 70, comma 2, del D.Lgs. n. 193/2006 (si veda Informativa n. 28/2016).

Solo i soggetti autorizzati dagli enti preposti richiamati dalle citate norme sono tenuti ad attivarsi entro il 30 settembre 2016 per richiedere, tramite le specifiche funzionalità del Sistema Tessera Sanitaria, le necessarie credenziali di accesso al sistema che consentiranno l’invio dei dati sanitari entro il termine attualmente stabilito del 31 gennaio 2017.

A seguito di un approfondimento effettuato congiuntamente alla categoria, per gli aspetti di carattere amministrativo, si ritiene che gli odontotecnici non rientrino tra i soggetti tenuti all’invio dei dati sanitari e, dunque, non siano obbligati ad accreditarsi al Sistema Tessera Sanitaria entro il prossimo 30 settembre, dal momento che non sono espressamente richiamati nei predetti decreti per l’assenza della prescritta autorizzazione all’esercizio della propria prestazione professionale (si veda il comunicato stampa del 22 settembre u.s., diffuso da Confartigianato Odontotecnici congiuntamente a SNO CNA).

Strumenti_OdontoiatriRichiesta dal Relatore On.le Pagano la sede legislativa per la PdL sull’esercizio abusivo della professione, che prevede sanzioni severe per i “prestanome”.

Accolta alla Camera la sollecitazione di Confartigianato di reintrodurre la disposizione che colpisce il professionista che si presta a collaborare con chi esercita abusivamente, come nel caso dell’odontoiatra che avalla l’esercizio abusivo della professione odontoiatrica da parte di soggetti non abilitati.
Nello specifico, reclusione da 1 a 5 anni e multa da 15.000 a 75.000 euro per il professionista che hadeterminato altri a commettere il reato di esercizio abusivo della professione ovvero ha diretto l’attività delle persone che sono concorse nel reato.
In tema di esercizio abusivo di un’arte ausiliaria delle professioni sanitarie confermato l’inasprimento delle sanzioni amministrative pecuniarie: da un minimo di 2.500 euro a 7.500 euro in caso di mancanza di licenza o abilitazione professionale. Confermato anche l’innalzamento delle pene nei casi di omicidio colposo e di lesioni personali colpose derivanti dall’esercizio abusivo di una professione, per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato,  o di un’arte sanitaria.
In tema di società odontoiatriche è stato approvato un emendamento riformulato diretto a prevedere che il direttore sanitario sia  iscritto all’albo degli odontoiatri da almeno 7 anni. La riformulazione ha eliminato la parte che prevedeva che il capitale sociale dovesse essere rappresentato da almeno due terzi di soggetti iscritti all’albo degli odontoiatri, in linea con le richieste di Confartigianato.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la risoluzione n. 80994 del 22 marzo 2016, reca chiarimenti in materia di attività di massaggi non riconducibili alle tipologie di massaggi aventi finalità di carattere terapeutico o di miglioramento e protezione dell’aspetto estetico, ma riguardanti il più generico mantenimento di una naturale condizione di benessere. 
Nello specifico, si tratta dei massaggi Tui Na o Thai Massage. 

MassaggioIl Ministero, nel ribadire quanto già più volte sostenuto in precedenti note, ritiene che, in mancanza di specifiche disposizioni legislative, le attività di massaggi non riconducibili alle tipologie di massaggi aventi finalità di carattere terapeutico o di miglioramento e protezione dell’aspetto estetico, ma riguardanti il più generico mantenimento di una naturale condizione di benessere, non devono essere sottoposte a specifiche restrizioni all’esercizio, quali ad esempio il titolo abilitante alla professione di estetista, fatto salvo, in ogni caso, il rispetto delle generali norme igienico-sanitarie applicabili, nonché ogni eventuale profilo demandato alle disposizioni regionali o comunali (ad esempio relativamente all’idoneità dei locali). 

Il Ministero della Salute, con la nota n. 36979 del 7 agosto 2013, ha precisato che l’attività del massaggio thailandese non è annoverabile tra le prestazioni sanitarie, poiché non ha finalità terapeutica, né tanto meno finalità estetica. 

Lo stesso Ministero dello Sviluppo Economico, con nota n. 117339 del 14 luglio 2015, ha avuto modo di ritenere che l’attività di operatore di massaggi Tui Na dovesse essere inserita nell’ambito più ampio della categoria delle c.d. “Discipline Bio-Naturali”, non regolamentate a livello nazionale. 

Secondo il MISE, in conclusione, l’attività di massaggiatore, quando non rientra in quanto previsto dalla legge n. 1 del 1990 – dunque non è di tipo estetico – e quando non può essere considerata alla stregua di una attività sanitaria – e pertanto priva di carattere terapeutico-riabilitativo-, è da considerarsi libera e suscettibile di ricadere nell’ambito della legge n. 4 del 14 gennaio 2013, recante “Disposizioni in materia di professioni non organizzate 

Link alla circolare

Dental-Expo-CongressDental Expo Congress: l’appuntamento annuale in Veneto che conferma il valore della collaborazione tra medici e tecnici

Nuovo evento formativo e culturale in programma a Padova per il 16 aprile 2016
on Lunedì, 07 Marzo 2016. Pubblicato da: Confartigianato Veneto

“Dental Expo Congress” è il titolo dell’evento formativo messo a punto dalla categoria odontotecnici della provincia di Padova ed in programma per il 16 aprile p.v.
Nell’arco dell’intera giornata si alterneranno 9 relatori che affronteranno temi di comune interesse per odontotecnici e medici in una logica di crescita professionale per una migliore e sempre più proficua collaborazione a tutela del paziente.
Alla conferenza possono pertanto partecipare titolari, dipendenti, collaboratori e soci di laboratori odontotecnici e medici odontoiatri.
Le iscrizioni sono già aperte.

COME PARTECIPARE
Segreteria organizzativa: Unione Provinciale Artigiani di Padova, Valentina Giglio, tel. 049/8206411 – 348/8735862 – valentina.giglio@upa.padova.it
Quota di partecipazione al Congresso: e 30 (iva inclusa) per odontotecnici e medici iscritti entro l’8 aprile 2016, e 50 (iva inclusa) per odontotecnici e medici iscritti il giorno stesso del Congresso.

Modalità di pagamento: con Bonifico Bancario presso la Cassa di Risparmio del Veneto S.p.A. IBAN: IT07 F062 2512 1951 0000 0001 651 intestato a: UPA Servizi Logistici ed Immobiliari s.r.l. Causale: quota di partecipazione Congresso 16 aprile 2016 Iscrizioni: Inviare la scheda di iscrizione compilata in ogni sua parte (specificare con chiarezza i nomi di tutti gli iscritti), unitamente alla copia del bonifico effettuato, via fax al numero 049/8206161 o via e-mail all’indirizzo valentina.giglio@upa.padova.it entro l’8 aprile p.v.

La quota di partecipazione include il materiale didattico, il coffee break e il light lunch.
Al termine dei lavori sarà consegnato un attestato di partecipazione.

COME RAGGIUNGERCI

Autostrada A4: Uscita casello Padova Ovest. Seguire direzione Padova. Percorrere corso Australia per circa 1.5 km, prendere la terza uscita (via Montà – Villafranca).
Percorrere via Montà per circa 2 km, superare il cavalcaferrovia e girare a destra in via E.Ramin.

Download Depliant Dental Expo Congress

Cosmoprof2016Anche quest’anno Confartigianato Benessere sarà tra i protagonisti di Cosmoprof 2016, la più grande vetrina internazionale sul mondo della cosmetica, dell’estetica e del benessere a Bologna dal 18 al 21 marzo.

Una partecipazione all’insegna delle riconferme, dalla partnership con la Camera Italiana dell’Acconciatura con cui Confartigianato Benessere condividerà lo stand (Padiglione 35, area D55 –E58), ai due eventi di grande successo dedicati alle performance degli acconciatori, HairRing e HairRing Selected.

La quinta edizione dell’HairRing, il palcoscenico riservato alle giovani promesse del settore fino ai 25 anni, si svolgerà domenica 20 e lunedì 21 mentre la seconda edizione dell’HairRing Selected, dedicato ai migliori talenti emergenti, che quest’anno si batteranno a colpi di creatività, tecnica e forbici sul tema “Barber Show”, avrà luogo lunedì 21 dalle ore 15.30 alle ore 17.30. Entrambe le esibizioni si svolgeranno nella stessa area, in uno spazio adiacente allo stand.

Lunedì 21 marzo alle ore 11 Confartigianato Benessere parteciperà al Convegno “L’evoluzione della professione acconciatore: sinergie tra numeri, formazione, normative e trend”, che si svolgerà presso la Lounge Cosmetica Italia ubicata presso il Mezzanino dei pad. 21/22. Si tratterà di costruttivo momento di informazione e confronto, nell’ottica del migliore posizionamento delle imprese del settore nei nuovi contesti economici e di mercato nell’ambito del quale saranno affrontate le tematiche della formazione, della comunicazione e dell’evoluzione del modello aziendale.

Infine, Camera Italiana dell’Acconciatura sarà partner, assieme a Parrucchierando, dell’evento “INNOVATION SALON, il Salone del nuovo millennio” che si svolgerà domenica 20 alle ore 14.00 presso la Sala Notturno del Centro Servizi.

APEOConfermato per la prossima sessione lo sconto del 10% riservato alle estetiste associate a Confartigianato sull’iscrizione ai corsi dell’Associazione Professionale di Estetica Oncologica.
 
La formazione, riservata alle estetiste qualificate, è mirata all’acquisizione di competenze idonee ad effettuare trattamenti di benessere e di bellezza su soggetti in terapia antitumorale, in modo efficace, etico e sinergico coi protocolli medici, e si svolgerà secondo il seguente programma:
 
24-25 gennaio 2016
Malattia Oncologica – Medicina Biomolecolare (cenni per l’Estetista)
 
21-22-23 febbraio 2016
Terapie Oncologiche – Radioterapia – Tossicità cutanea
 
20-21-22 marzo 2016
Psiconcologia – Trattamento cutaneo e cosmesi estetica – Tossicità unghia mano-piede
 
17-18 aprile 2016
Massaggio decontratturante muscolare personalizzato
 
15-16-17 maggio 2016
Stasi linfatica – Valutazione degli inestetismi – Elementi legali e di marketing – Make-up
 
26-27 giugno 2016
Linfodrenaggio personalizzato
 
28 giugno 2016
ESAME teorico-pratico
 
Le lezioni si articoleranno come segue:
Domenica: 9.00 – 12.30 e 13.30 – 18.00
Lunedì e martedì: 8.30 – 12.30 e 13.30 – 17.30
 
Maggiori dettagli e la modulistica per l’iscrizione sono disponibili sul sito http://esteticaoncologica.org/